Operazione volume

Un’abitazione originaria costruita negli anni Settanta all’interno di un lotto di circa seimila metri quadrati e adiacente alla zona boschiva di Montello e alla pineta di villa Pisani nel trevigiano sono di certo i temi progettuali da cui partire per la realizzazione di un’abitazione destinata a una giovane coppia. Un territorio da valorizzare e una componente naturale così importante non possono che essere elementi chiave per un intervento residenziale. Ci troviamo precisamente nella zona pedemontana del trevigiano, luogo caratterizzato per un contesto paesaggistico ricco e variegato. Il primo passo è stato quello di considerare la presenza di un edificio già presente, caratterizzato da diverse sovrapposizioni architettoniche poco adeguate ma pur sempre elemento ben distinto all’interno di un contesto. I progettisti scelgono così di spogliare in primo luogo il preesistente proprio di tutti quegli elementi sovrapposti e casuali che nel tempo ne avevano inficiato il valore e poi, successivamente, di rivestirlo di un nuovo potenziale semantico e progettuale. L’esigenza di una residenza dai toni del contemporaneo trova il suo principio fondante nel rispetto del preesistente e nello sguardo al contesto circostante. Proprio quest’ultimo si trasforma in elemento chiave per la progettazione, inquadrato da quinte sceniche, ampie vetrate e scorci panoramici e al contempo inserito pienamente all’interno del progetto con ampie terrazze che lo sovrastano e lo valorizzano. Mentre l’architettura esterna sembra inseguire la natura e inglobarsi simbioticamente con essa, gli spazi interni vengono pensati sulla base non solo della qualità estetica ma anche della funzionalità che ne deve inevitabilmente conseguire. Ciò che ne nasce è uno spazio domestico costruito sulle esigenze di chi lo abita, dove gli ambienti comunicano fluidamente tra loro pur restando ben distinti e riconoscibili. La progettazione viene pensata come modellazione per volumi sottraendoli o aggiungendoli a seconda delle necessità; così il volume destinato ai servizi accessori come l’autorimessa e la lavanderia viene separato dal volume concernente l’abitazione vera e propria. Quest’ultimo viene sottratto di alcune sue parti per andare a dar vita al volume aperto che comprende a sua volta i portici al piano terra e le terrazze al primo piano. Al primo piano vengono separati persino i volumi dove vivono i ragazzi da quello dei genitori per una differenziazione delle funzionalità. Un ultimo volume trasparente li collega e funge da elemento di illuminazione al centro della residenza.

Testo di Sveva Guerra
Foto di Vito Corvasce

Intervento
Abitazione unifamiliare
Luogo
Montebelluna (TV)
Progettisti
Giorgio Basso, Alfonso Sernagiotto, Giovanni Lazzaro
Consulenze
Marco Poloni (interior designer), Maurizio Piovesan (illuminotecnica), Kristian Buziol (garden designer)
Committente
Privato
Anno di redazione
2009 - 2010
Anno di realizzazione
2010 - 2011
Costo
Euro 1.500.000,00
Imprese esecutrici
Costruzioni Bordignon Srl
Imprese fornitrici
Callegari Natalino termoidraulica, F.lli Buziol Srl, Piscine Castiglione, Oikos, Cetos, Silvelox, Nexus Srl, Itlas, Stingers illuminotecnica, Interni Srl, Ca’ Nova cucine, Poloni arredamenti, Maria&Maria Snc
Dati dimensionali
1.770 mq
Caratteristiche tecniche particolari
Edificio in classe energetica B