Organica irregolarità

“I materiali sono parole che diventano poesia, note che diventano musica soltanto per la volontà dell’artista che le sceglie, le compone, le impiega e le plasma nella unità della sua opera.”
Arch. Giuseppe Pagano (1896-1945)

L’area di intervento è ubicata in una zona centrale della città di Bitritto, lungo una delle sue arterie principali. La costruzione di un nuovo edificio residenziale, in una zona di completamento urbano parzialmente edificata e spesso costituita da isolati degradati, è stata l’occasione, per riqualificare la struttura urbana dell’area di intervento: un processo di rinnovamento e valorizzazione architettonica che contribuisse anche al miglioramento della qualità della vita dei suoi abitanti. Il complesso si compone di due edifici con accessi separati, ma contigui lungo la via principale, che si sviluppano intorno ad una corte centrale articolata in percorsi e spazi verdi. La conformazione dei due lotti e i necessari arretramenti e distacchi regolamentari hanno determinato una sagoma planimetrica alquanto disarticolata e asimmetrica, dovuta anche al fatto che i due edifici sono stati realizzati in tempi diversi, riproponendo tuttavia, in entrambi i casi, stessi materiali e analoghe soluzioni progettuali. Gli stessi sono composti rispettivamente da sei e otto alloggi disposti in blocchi distinti tenuti insieme a due a due da elementi di distribuzione verticale, costituiti dagli ascensori e dalle scale elicoidali esterne in acciaio e pietra, e da connettori orizzontali come le passerelle di distribuzione agli alloggi e la pensilina a doppia curvatura in policarbonato e ferro, che offrono protezione ai percorsi esterni. All’irregolarità planimetrica corrisponde in alzato una differenziazione delle sagome dei vari piani, evidenziata dalle solette aggettanti dei balconi, risultato di un lavoro di slittamenti e asimmetrie, che tuttavia donano all’intero complesso una marcata organicità e leggibilità. Momento determinante nel lavoro di un progettista è poi la scelta dei materiali che daranno forma ed espressione alle sue realizzazioni: di qui la volontà di utilizzare elementi che potessero realizzare la più sincera concordanza di intenti tra tradizionale e contemporaneo, naturale e tecnologico riproponendo materiali che esistono in natura da sempre ma che ancora tutt’oggi, usati in maniera moderna, con forme e linee nuove, razionali e ricercate, in perfetta simbiosi tra loro, sanno trasferire le emozioni di un’architettura sensoriale. In questa visione, la prima esperienza sensoriale tra i materiali è quella fornita dall’accostamento dell’ardesia a ricorsi orizzontali, al legno lamellare bianco dei pergolati sugli attici, o ancora al vetro degli infissi che interrompono la matericità dei setti rivestiti in pietra, o all’acciaio della scala elicoidale e delle ringhiere appositamente progettate e realizzate. Nella progettazione dell’edificio il rivestimento in pietra diventa parte integrante di tutta la composizione: il suo formato irregolare genera infatti delle tessiture materiche, quasi una realizzazione scultorea dai contrasti tattili e cromatici cangianti a seconda della direzione e della intensità della luce che colpisce ogni ricorso orizzontale. I medesimi elementi, dialogano insieme con la stessa coerenza espressiva, anche nella zona della scala esterna elicoidale in acciaio, laddove la pietra, sempre intesa come texture, riveste le pareti su tutti i livelli della costruzione, dialogando con l’acciaio della scala e delle ringhiere. Infine, lo studio della luce artificiale è stata per i progettisti, un elemento fondamentale in questa sfida progettuale, in quanto proprio dalla sua analisi parte la scoperta delle forme più complesse e degli eleganti equilibri spaziali e materici che compongono l’intero complesso residenziale.

Testo di Angela D’Amato, Antonio Petrillo
Foto di Giulio Spagone

Intervento
Nuovo complesso edilizio residenziale
Luogo
Bitritto (BA)
Progettisti
Angela D’Amato, Antonio Petrillo
Committente
Loconsole Costruzioni Srl
Anno di redazione
2008 - 2010
Anno di realizzazione
2010 - 2012
Costo
Euro 1.200.000,00
Imprese esecutrici
Loconsole Costruzioni Srl
Dati dimensionali
Lotto complessivo 705 mq; 14 appartamenti di varie metrature (dai 60 mq fino ai 160 mq)
Caratteristiche tecniche particolari
Struttura mista in cemento armato, legno lamellare e acciaio