Sostenere l’abitare

La struttura residenziale di grande pregio e ad alte prestazioni energetiche della quale si tratta, è stata riconosciuta come la prima costruita nella periferia urbana di Udine sulla base dell’innovativo protocollo di certificazione adottato nel 2009 dall’amministrazione comunale; questo regola gli interventi di edilizia privata sul territorio e prevede per tutte le nuove costruzioni e le ristrutturazioni totali la certificazione energetica secondo lo standard CasaClima. Il complesso si compone di due corpi distinti: un edificio con quindici unità abitative su quattro livelli più il sottotetto e cinque costruzioni in linea, composte da due livelli e il sottotetto. «L’intero intervento è stato progettato secondo criteri volti ad ottenere un basso consumo energetico e sono stati certificati con indice termico pari a 33 Kw/mqa per l’edificio a Sud e di 47 Kw/mqa per le case in linea. Dal punto di vista energetico sono sostanzialmente autosufficienti, tutto il complesso utilizza un impianto di riscaldamento centralizzato con tre pompe di calore aria-acqua che vengono alimentate dai pannelli fotovoltaici posizionati in copertura», specifica il progettista. Il lotto sul quale si collocano è caratterizzato da un piccolo corso d’acqua denominato la Roggia, lungo cui si dispongono l’edificio unico, le abitazioni in linea e i giardini privati delle residenze. Il terreno era originariamente occupato da un edificio commerciale e sul lato sud interessato dal passaggio di una vecchia linea ferroviaria. Ora ospita queste innovative realizzazioni architettoniche che affacciano su un’area verde e il cui valore estetico si sposa al comfort. L’edificio su più livelli è il volume importante del complesso, e dal carattere più urbano, rispetto all’edificato a scala ridotta delle case in linea. Alcune accortezze progettuali e segnali di grazia compositiva hanno permesso di: ridurre la percezione volumetrica complessiva con la realizzazione di terrazze-patio all’ultimo piano ed evitare la presenza di rampe carrabili posizionando i garage al piano terra per sfruttare la copertura e ottenere dei giardini pensili, nonché di mascherare i portoni degli stessi garage con un rivestimento in legno per mimetizzare le aperture. L’utilizzo inoltre di ghiaino lavato per pavimentare, ha trasformato il percorso d’accesso carrabile in uno spazio dal carattere pedonale. Tale attenzione realizzativa si è dimostrata anche nella felice articolazione tra l’esterno e gli spazi interni diversamente raccordati con il verde del contesto su ogni livello. Le cinque unità in linea invece presentano caratteristiche differenti, anche tra loro; le due di testa si differenziano dalle centrali per la presenza di un vano aggiuntivo soprastante il garage. La copertura in linea è caratterizzata da due falde con pendenze diverse che raggiungono il primo piano in prossimità delle zone giorno per equilibrare la relazione tra la Roggia, i giardini e gli edifici.

Testo di Petra Vinci
Foto di Francesco Castagna

Intervento
Residenze a basso consumo energetico
Luogo
Udine
Progettisti
Paolo Piccinin (Progetto Architettonico e Direzione Lavori), Studio Nuttassociati (Progetto Strutture), Studio Bulfon (Progetto Impianti Meccanici), Studio Venica (Progetto Impianti Elettrici), Studio Dario e Mion (consulenti CasaClima)
Committente
Neffe Spa gruppo Marchiol
Anno di redazione
2007 - 2008
Anno di realizzazione
2008 - 2011
Imprese esecutrici
Edildri (lavori edili), Tecnomalte (isolamenti e intonaci), Irondesign Tolmezzo (serramenti Internorm), Antonello Finiture (rivestimenti esterni)
Dati dimensionali
9300 mc
Caratteristiche particolari
Edificio certificato in classe B attraverso il protocollo CasaClima