Geometrie mediterranee

Luigi Cosenza, ingegnere, urbanista ed architetto del secolo scorso, ha saputo donare a Posillipo una villa la cui struttura asseconda le curvature orografiche del declivio su cui poggia, senza però stravolgerne le caratteristiche ma - anzi - enfatizzandole. Ispirandosi al suo operato, lo studio Metroarea ha trasposto il concetto di “non stravolgere le preesistenze” in una villa di Es Cubells (Ibiza): una villa di recente costruzione, che - come Villa Oro - poggia su una collina, scandita da geometrie, da forme cubiche, variabili e sovrapposte, che finiscono con il compenetrarsi; prive però di coerenza architettonica e di una connessione fluida per gli ambienti che la compongono. L’idea dei progettisti Di Pretoro, Paladini e Baroncelli, è stata quella di dare omogeneità alla struttura e alle sue forme senza però distruggere quanto esistente, e contestualmente dare un grande rilievo al paesaggio e al suo rapporto con l’edificio; al senso di apertura che gli esterni potevano donare agli spazi interni. Tre sono state le chiavi compositive: innanzitutto, la connessione, ripensata per mezzo di una grande scala esterna - principale elemento compositivo - che spezza il ritmo incalzante, quasi duro, dei cubi e ne ridefinisce forme e connessioni; trasformandola, come dice lo studio, in un ponte di prua sospeso sulla scogliera. Una seconda chiave è poi il cromatismo, dettato dal bianco di tutti gli elementi principali; e infine la grande presenza di aperture, modifica che più le ha permesso di rafforzare il legame con il paesaggio insulare grazie a grandi pareti vetrate. La committenza, non ha imposto sostanziali modifiche per gli interni, che lo studio ha rielaborato solo in minima parte (nella distribuzione) ove creare cinque suite, la camera da letto padronale con vista sul declinar della collina, la spa e la palestra all’avanguardia, nonché camere per il servizio. A connettere maggiormente gli esterni e gli interni, è un grande salone aperto sul mare, che sembra fermarsi al limite imposto dalla parete vetrata, e invece prosegue oltre, fino alla piscina “infinity”. Nel rielaborare il preesistente, lo studio Metroarea, non solo ha rispettato la preesistenza, ma - grazie al magnifico paesaggio - è riuscito a donargli valore e qualità architettonica.

Testo di Massimiliano Gattoni
Foto di Fernando Alda

Intervento
Villa Mediterraneo 02
Luogo
Es Cubells (Ibiza)
Progettisti
Metroarea Architetti - Tazio di Pretoro, Giulio Paladini, Antonio Baroncelli
Collaboratori
Elisa Di Martino
Committente
Privato
Anno di redazione
2016
Anno di realizzazione
2017
Imprese esecutrici
CSI Constructores
Imprese fornitrici
Tematic (Zucchetti, Effegibi); Mapei; Schindler Ascensori; 3MC Srl (Krion); Soft Controls (Video Wall)
Dati dimensionali
450 mq
Caratteristiche tecniche particolari
Struttura telaio in C.A.