Impavide Cromie

Il team del Laboratorio di Architettura e Design dei progettisti Nico Devito e Francesco Gagliardi ha scelto di concentrarsi sul colore realizzando la loro ultima opera, nel barese. A conclusione di un intenso percorso intrapreso in simbiosi tra progettisti e committenza, dove sono state sviluppate esperienze maturate in precedenti progetti affrontati nello stesso ambito familiare, tra stima reciproca, amicizia e rispetto dei ruoli, è stato ideato, e poi realizzato, il progetto che possiamo vedere in queste pagine. L’abitazione si presentava con una tessitura muraria interamente differente da quella che poi è stata scelta ed allestita per l’edificio e, per riuscire a realizzare le nuove pareti, simbolo distintivo dell’abitazione, è stato indispensabile ricollocare innanzitutto i servizi di bagno e cucina. In secondo luogo, poi, è stato necessario pianificare anche tutti gli altri ambienti dell’edificio. Le pareti sono state definite distintive in quanto sono proprio esse, con il loro forte contrasto tra l’arancio della parete cucina, un vero e proprio mantra cromatico nella progettazione dell’abitazione, e il bianco che caratterizza invece l’interezza delle altre pareti. Un arancio caldo, caldissimo, che vuole riportare la satura luce solare pugliese all’interno dell’ambiente domestico. E il rimando alla Puglia e ai suoi colori è presente anche sugli altri muri: i colori acquarellati nei trompe l’oeil, infatti, tratteggiano piante cactacee, così abituali nei paesaggi pugliesi, a voler integrare il verde esterno dell’ampio terrazzo con l’interno. Un verde che ritroviamo anche nei pastelli del tessile d’arredo e di alcuni parati murari delle camere da letto, il quale viene enfatizzato da un’illuminazione particolarmente affascinante, studiata attentamente secondo i moderni canoni della cromoterapia. L’ampia camera da letto padronale è stata trattata a guisa di una suite da grande albergo e comprende dunque un letto, rotondo e girevole, un vestibolo, un bagno tanto capace nelle sue dimensioni quanto minimale nel suo linguaggio ed una zona benessere con sauna e vasca, affacciante sul verde privato del terrazzo e che ha da sfondo il mare. Estranee dal grande e unico ambiente dell’appartamento, realizzato in questo modo su precisa richiesta della committenza, vi sono soltanto due stanze: la camera da letto destinata ai figli e lo studio, caratterizzato da linee semplici e funzionali. Il vasto spazio unico è separato dalle differenti cromie, impavide in quanto distinguono con decisione le vocazioni funzionali dell’ambiente. Tale spazio unitario si apre e si cela attraverso pareti scorrevoli; ora limite, ora ingresso dei vari ambienti con distinte fruizioni: cucina, sala da pranzo, salotto e zona musica. La pavimentazione lignea, realizzata in quattro differenti dimensioni di larghezza in noce europeo ancien oleonature, rappresenta una sorta di trama, sulla quale tessere l’ordito rappresentato dalle grandi pareti contenitive bianche, allo stesso tempo sia scevre, sia funzionali.

Testo di Mattia Mezzetti
Foto di Gaetano Barile

Intervento
Impavide cromie
Luogo
Bari
Progettisti
Nico Devito, Francesco Gagliardi
Anno di redazione
2015
Anno di realizzazione
2016
Imprese esecutrici
Mininno Ristrutturazioni e Costruzioni Srl
Imprese fornitrici
Barili Srl
Dati dimensionali
170 mq