Chiunque abbia familiarità con le riviste che pubblicano progetti d'architettura, vede replicarsi sovente i medesimi luoghi e progettisti. Una grande limitazione per un territorio, come quello italiano, che conserva fortunatamente ancora un variegato panorama di contesti culturali, capaci di dare origine a realizzazioni che accolgono gli accenti e lo spirito dei luoghi. Progetti è nato con una missione precisa: osservare e documentare la cultura progettuale che si sviluppa in architettura e nel design nei vari territori della penisola. Per dare voce e visibilità anche a quella parte della scena architettonica contemporanea destinata, soprattutto per la sua collocazione territoriale, a restare in ombra. Ad esaminarla con curiosità, la realtà italiana è infinitamente sfaccettata e per questo interessante e vivace: Progetti offre un inedito itinerario di visita alle province dell'inventività.

 


cartolona canzano sebastiano

cartolona canzano sebastiano2

Razionalismo Contemporaneo

È Sebastiano Canzano l’architetto che ha realizzato al progetto di ristrutturazione di un moderno appartamento situato in un quartiere di prestigio a sud della città di Bari. L’intervento del 2015 prevedeva una radicale ristrutturazione per andare incontro alle esigenze del committente. La prima consisteva nel desiderio di rendere l’abitazione più moderna e funzionale, la seconda nel raggiungere alti livelli di benessere. Canzano conosce il territorio e contesto, forte della sua esperienza a Bari, dove oggi ha il suo studio, si occupa prevalentemente di architettura a piccola scala e di interni. Così studia le soluzioni migliori per esaudire i desideri dei suoi clienti e lo fa riprogettando e ridistribuendo gli spazi interni in chiave più moderna e funzionale e concentrandosi sui dettagli e studiando nuove soluzioni impiantistiche e di arredamento. L’abitazione viene ripensata in modo razionale nella distribuzione degli spazi e nelle soluzioni di arredamento. Tale razionalità, caratteristica dell’assetto planimetrico, viene ribadita nelle soluzioni d’arredo dell’abitazione: minimalismo contemporaneo e forme pure sono i caratteri distintivi. Canzano sceglie il bianco per avvolgere la casa, ma voluto pallore delle bianche pareti viene smorzato dal ricorso a una gamma di toni di colore che enfatizzano e conferiscono maggiore carica espressiva alle diverse soluzioni di arredamento. La pavimentazione è realizzata con lunghi listelli di teak che conferiscono calore agli ambienti ed è enfatizzata da soluzioni di illuminazione al led. I fari con ottica arretrata da incasso per cartongesso sono usati anche per mimetizzare gli impianti. Il fulcro dell’impianto distributivo è il disimpegno che mette in relazione la camera da letto matrimoniale con il bagno privato, le due camere da letto singole e il bagno principale. Nella configurazione attuale post intervento, l’abitazione presenta una distribuzione molto razionale degli spazi con un ampio open space che accoglie la cucina e la zona living, arredate in stile minimal con giochi di colore contrastanti. Il trattamento delle ante della cucina è creato con laccatura a metallo liquido e la lunga consolle del salone è rivestita in vetro laccato. Anche il divano con penisola richiama colori metallici come il grigio ed è il protagonista della zona living. I bagni dell’appartamento sono, invece, caratterizzati dall’impiego del grès porcellanato come unico materiale che riveste interamente le superfici e declinato per la creazione del grande lavabo del bagno principale, composto in modo da risultare monolitico. Anche in questo caso, i bagni si contraddistinguono per il gioco dei toni, dove il bianco dei sanitari enfatizza la laccatura dei mobili e contrasta con le forti nuance di grigio che caratterizzano le lastre di grès. Il risultato di questa ristrutturazione è sorprendente ed efficace in quanto a monte di tutto vi è un attento studio che, muovendo i passi dall’assetto generale del progetto, si spinge sin nei minimi dettagli e particolari, contraddistinguendo lo stile dell’architetto Canzano nelle sue opere di progettazione di interni.

Valentina Pucci


sebastiano canzano

Sebastiano Canzano
Nato nel capoluogo pugliese nel 1971, Sebastiano Canzano si laurea con il massimo dei voti presso l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, con una tesi dal titolo ‘Un Museo d’Arte Contemporanea per bambini’. Dopo una serie di esperienza lavorative in Europa, tra le quali, oltre a Londra, anche a Lipsia e Marsiglia, apre il suo studio a Bari nel 2001. Da allora lo studio ha accumulato una enorme esperienza nel gestire un progetto dal concept fino al dettaglio a piccola scala ed è coinvolto in numerosi progetti in Italia e all'estero che vanno dalla ristrutturazione di edifici storici e ville fino alla realizzazione di appartamenti e case di alto livello.