Il colore della vacanza

Un appartamento per turisti a Cagliari come scrigno di colore, con tutte le sfumature di una vacanza in Sardegna

Il progetto curato dagli architetti cagliaritani Mauro e Matteo Soddu, nella loro città nativa, è stato denominato 14 Cobalto e, com’è facilmente intuibile, il colore che più caratterizza la dimora è il blu cobalto. Si tratta di un appartamento destinato a ospitare turisti per brevi soggiorni ed è situato al primo piano di uno storico edificio nel quartiere Castello. Ai progettisti era stato esplicitamente richiesto di far convivere lo stile degli anni ‘50 e quello contemporaneo, legandoli tramite accenti cromatici, geometrie taglienti e assenza di elementi separatori. L’appartamento misura circa 50 mq, a doppia altezza, ed è un open space in parte soppalcato, in grado di accogliere fino a cinque ospiti. La struttura è in muratura portante in pietra e gli spazi sono stati riorganizzati data la finalità diventata ora ricettiva, da residenziale che era in partenza. La vecchia stanza cucina è stata trasformata in un ampio bagno, di supporto a quello principale, dotato di doppia doccia e doppio lavabo, mentre nel sottoscala è stato realizzato un angolo cottura su misura. Il mobile cucina che ospita tale angolo è in colore blu aviazione, come d’altronde ogni altro arredo su disegno, e diventa tutt’uno con la scala. La finitura di top e fondale è la medesima, in ferro trattato. E’ stata utilizzata della pittura bianca per uniformare alcune essenze lignee contrastanti tra loro, posizionate in seguito ad interventi passati. Questa tinta ha contribuito ad un aumento generale della luminosità interna. La luce artificiale è interamente calda. Il pavimento, in differenti zone dell’abitazione, si trova a doppia quota e ciò ha suggerito ai progettisti una differente colorazione della nuova pavimentazione, in resina. Nella parte centrale e più bassa, troviamo una tinta grigio tenue mentre nella parte più alta, quella dei bagni, dell’ingresso e del gradino delle finestre, la superficie calpestabile è color porpora. Il living, ideato come unicum conviviale, è coordinato con la tinta porpora della suddetta porzione di pavimento; il divano letto qui collocato volge le spalle ad una parete rivestita in carta da parati ispirata dai colori degli arredi. La texture naturalistica del rivestimento murario è ricca di ibiscus e pappagalli e prosegue fin sopra al soppalco, divenendo una quinta per il letto matrimoniale e rafforzando il concetto di continuità all’interno dell’appartamento. Il piano superiore, misurante 22 mq, è una zona notte cui si giunge mediante la scala che integra l’angolo cottura e ospita una balaustra in vetro con montanti in ferro nero abbinati ad una preesistente trave strutturale. Alla stanza matrimoniale si affianca una zona relax, provvista di armadiature su misura e divano letto. Sopra il bagno di servizio è stato ricavato un ripostiglio. Ad indirizzare l’ospite verso la zona giorno pensa una lunga mensola nera su parete smaltata, naturalmente in blu cobalto. La mensola funge da scrittoio nella sua parte iniziale per diventare poi piano di servizio. Il nuovo bagno, ricavato come si diceva nella vecchia cucina, è a pianta triangolare e cela una lavanderia nella sua parte più stretta. Qui la tinta dominante non è il cobalto, bensì il porpora che si percepisce anche dal living all’apertura della porta scorrevole, essa sì nella peculiare sfumatura di blu. A illuminare questo bagno pensano pendenti posti a diverse quote, in tondino di ferro nero. Lampadari dal mood assolutamente anni ‘50 e linee di luce led nascoste nel soffitto, così come in alcuni arredi fissi, provvedono ad illuminare gli spazi. Tavolo e sedie originali portano bene i loro settant’anni e i cuscini color salmone ben si abbinano ai dettagli della carta da parati. Tali arredi sono stati restaurati appositamente per l’intervento e rappresentano concreta testimonianza, assieme ai soggetti dei quadretti posti in zona pranzo, del decennio celebrato apertamente a 14 Cobalto.

Testo di Mattia Mezzetti
Foto di Cédric Dasesson

Intervento
Manutenzione straordinaria
Luogo
Cagliari
Progettisti
Mauro Soddu, Matteo Soddu
Collaboratori
Valentina Cossu
Committente
Privato
Anno di realizzazione
2016
Costo
Euro 70.000,00
Imprese esecutrici
To.Ma.Si. Srl
Dati dimensionali
50mq + 22mq (soppalco)