Volume quadruplo

Il nuovo edificio sede del CNA di Faenza, si inserisce all’interno del piano di riconversione dell’area industriale denominata ex-Neri edificata negli anni Cinquanta e attestata sull’asse che collega il centro storico dall’autostrada. Sulla scia del progetto dell’architetto Bucci, i progettisti hanno scelto di mantenere l’uso del mattone e l’allineamento rispetto a via della Costituzione. La facciata dell’edificio viene ruotata rispetto alla strada di impianto per garantire una migliore esposizione verso sud, in tal modo la conformazione della struttura diventa più complessa imponendo un volume quadruplo a tutt’altezza rispetto alla linearità interna degli uffici; al contempo, l’edificio si allinea invece con la strada di impianto a nord confrontandosi in tal modo con il centro storico e con le sue derivanti. I vari assi viari presenti rappresentano un importante vincolo per la progettazione tanto che la facciata viene trattata come elemento tondeggiante, simile alla prua di una nave e in contatto con la piazza contemporanea. Dal punto di vista prestazionale il complesso è completamente libero dall’uso di gas grazie a 18 sonde geotermiche poste sotto al parcheggio esterno mentre quattro livelli di pensiline fotovoltaiche schermano le vetrate dell’edificio. Il fotovoltaico s’integra pienamente all’interno dell’architettura dimostrando che le due discipline possono camminare parallelamente valorizzandosi a vicenda. L’ingresso dell’edificio si caratterizza per una ceramica artistica che rievoca la città di Faenza; lo spazio al piano terra si suddivide in tre sale di cui una destinata a conferenze e convegni e dotata di una doppia altezza modulata a sua volta da un soffitto acustico in legno per una migliore distribuzione del suono. Un secondo camino artificiale termina in un periscopio con piano orizzontale verso sud che accelera i movimenti dell’aria indotta. La dotazione di alta tecnologia dell’impiantistica automatizzata che regola tutto il complesso, si completa con l’inserimento di quattro pannelli solari per l’acqua calda. Grazie all’utilizzo della geotermia per la climatizzazione degli ambienti, ogni elemento viene pensato come miglioramento per la sostenibilità ambientale, per il basso consumo e la lunga durata.

Testo di Barbara Piccolo
Foto di Michele Levis

Intervento
Sede CNA Faenza – Edificio per Uffici
Luogo
Faenza (RA)
Progettisti
Guido Lenzi, Fausto Savoretti
Committente
Sedar CNA Servizi
Anno di redazione
2009
Anno di realizzazione
2011
Costo
Euro 5.000.000
Imprese esecutrici
Iter Lugo; Delta impianti; Gef
Imprese fornitrici
Stefani Office (Topakustik); Ceramiche Caesar; IBL; Wiener Berger; Sedus; Lamm; Haworth; Honeywell; Pozzi Ginori; Comeca
Dati dimensionali
3.000 mq