La flessibilità dell'abitare contemporaneo

La logica dell’intervento portato avanti dall'architetto Anna D'Angeli è stata quella di recuperare e ripristinare tutto ciò che poteva essere ancora valido dal punto di vista funzionale dell'edificio originaria, sia da un punto di vista strutturale che estetico per sostituirlo poi e di sostituire con nuove soluzioni e materiali che meglio si sarebbero adattate all'anima della nuova costruzione. L'edificio recupero si sviluppa su die livelli fuori terra e un pianto interrato e si trova nella zona settecentesca di Fossombrone, un piccolo paese nell'entroterra urbinate. Ciò che ha colpito prevalentemente l'architetto fino a spingerla a pensare a una nuova vita per l'originario è stata la struttura portante dell'immobile, una particolare muratura di pietra locale (pietra rosa del Furlo) e i vecchi solai, composti da travi in abete massello e da pianelle in cotto. Il progetto di recupero e restyling ha previsto un grande spazio centrale al piano terra dove ai lati si sviluppano rispettivamente una zona di servizio e uno studio privato. Il grande living accoglie anche una modernissima scala completamente rivisitata, vera anima caratterizzante dell'intero progetto, che conduce al piano superiore dove si sviluppano tre camere da letto, di cui quella matrimoniale con bagno e cabina armadi annessi, un bagno e una terrazza coperta. La scala, completamente costuita ex novo, si sviluppa lungo una struttura in ferro che sorregge gradini e pianerottoli in vetro; la trasparenza del materiale scelto permette, entrando nell’abitazione, di avere una visione immediata e un' percezione volumetrica di tutto lo spazio dedicato giorno che si estende nel doppio volume fino al piano superiore e si riflette nella parete completamente rivestita in panneli di acciaio. La muratura originale, altro elemento caratterizzante della residenza, è stata completamente ripulita e messa in evidenza in alcune pareti, lasciate volontariamente a pietra a vista. La pietra è stata scarnificata nelle connessure, sabbiata e ristuccata con malta a base di polvere di marmo per valorizzarne la materia; questo tipo di intervento è stato realizzato anche su tutti gli archi sopra le finestre del piano terra, riportati alla luce una volta rimosso l’intonaco. Un attento lavoro di restyling e di recupero ha valorizzato pienamente il fabbricato esistente concedendo alla nuova abitazione una personalità forte, contemporanea e viva.

Testo di Emma Greco
Foto di Vito Corvasce

Intervento
Restauro e risanamento conservativo
Luogo
Fossombrone (PU)
Progettisti
Annamaria D'Angeli
Collaboratori
Ing. Remo Semproli
Committente
Privato
Anno di redazione
2010
Anno di realizzazione
2011
Imprese esecutrici
Bertuccioli
Imprese fornitrici
Giusto Gostoli Materiali Edili
Dati dimensionali
70 mq piano interrato, 170 mq piano terra, 113 mq primo piano