Candore minimale

Sul lungomare di Riccione, tra Hotel e ristoranti, si trova un edificio di appartamenti costruito tra gli anni ‘60 e ‘70. Gli immobili che lo compongono sono caratterizzati dalla tipica impostazione degli appartamenti per vacanze dell’epoca, che comprendeva diversi vani di modeste dimensioni, assenza di riscaldamento e, nei casi fortunati come questo, un ampio terrazzo. È in questa realtà che si trova ad operare l’architetto Andrea Trebbi, per la ristrutturazione di un appartamento il cui interno viene completamente riesaminato, non tanto nell’assetto distributivo rigidamente costretto dalla morfologia dell’edificio e distribuzione dei varchi verso l’esterno, quanto nella rappresentazione compositiva dello spazio. L’obbiettivo principale era quello di rendere la casa praticabile durante tutto l’anno e dare largo spazio alla zona living, che raddoppia grazie al gioco ottico di un grande specchio posto a tutta parete e all’accorpamento della superficie dedicata alla cucina. L’area cottura scompare completamente dietro ad un avvolgibile motorizzato, lasciando libero spazio alla zona giorno, dove l’ampio bancone davanti ai divani può assolvere a diverse funzioni, da piano di lavoro a tavolo da pranzo. Ad eccezione dei corpi illuminanti e delle attrezzature fisse, ogni componente è eseguito su disegno del progettista: i listelli di legno, che caratterizzano stilisticamente alcuni aspetti del progetto, molto rigoroso e che lascia poco spazio a decorazioni e inutili orpelli, celano le aperture di ventilazione attiva e passiva degli impianti fino a cogliere l’occasione di connotare la quinta di delimitazione dell’area di cucina per comprendere l’avvolgibile che, all’occorrenza, sottrae alla vista gli equipaggiamenti. La scelta stilistica per gli interni è quella di un rigoroso e impeccabile total white che non lascia spazio ad altri colori, se non all’azzurro del mare e del cielo con il quale l’appartamento dialoga amabilmente grazie all’ampio terrazzo. La rivisitazione di questo interno, da parte dell’architetto Andrea Trebbi, lo discosta definitivamente dalla stantia tipologia di appartamento vacanziero da riviera adriatica del boom economico del secondo dopoguerra, avvicinandolo invece alla nuova immagine del lungomare della città, che cerca di ricucire il territorio con la spiaggia con modernità e sobria bellezza.

Testo di Francesca Matera
Foto di Leonardo Gentili

Intervento
Ristrutturazione di interno residenziale
Luogo
Riccione (RN)
Progettisti
Andrea Trebbi
Collaboratori
Rita Garuti, Luca Lorenzini
Committente
Privato
Anno di redazione
2016
Anno di realizzazione
2016 - 2017
Costo
Euro 300.000,00
Imprese esecutrici
Iab, Artigiana Legno, Vetreria Bolognese, Tappezzeria Zanotti
Imprese fornitrici
Artemide, Reverso forniture, Musi
Dati dimensionali
80 mq (superficie utile), 35 mq (superficie accessoria)