Forme ludiche

Il progetto di un Centro Civico e di un Asilo nido a Roma, per opera dello Studio Alvisi Kirimoto & Partners, si incentra sulla viva partecipazione di ogni singolo utente che voglia usufruire del luogo. Una partecipazione nella sua accezione più ricca, coinvolgente i momenti ludici, di tranquillità e socializzazione in uno spazio che rispetta e valorizza la natura. A queste potenziali varianti offerte a ogni possibile fruitore si aggiunge naturalmente la realizzazione dell’asilo nido, il cui impianto e la scelta progettuale sono risultato di una ricerca propedeutica per un vero luogo di crescita, scoperta ed educazione. L’asilo nido viene assimilato in un progetto originale all’interno di un parco dove si trova anche un Centro civico, un giardino e, in particolare, alcune serre che focalizzano l’ispirazione principale del progetto. Da una serie di percorsi didattici inseriti nell’asilo fino all’attenzione per il benessere e la serenità di ogni utente, s’è previsto una cura particolare dell’ambiente. Un progetto polivalente che abbia quale comune denominatore la natura e l’intervento rispettoso dell’uomo su di essa, in un luogo di cui rispettare la morfologia .L’asilo nido è un micromondo pensato per l’educazione dei suoi piccoli utenti e per la loro crescita: l’ambiente, anziché circoscritto si sviluppa su volumi tondi che, pur delimitandosi con loro precise geometrie, sono corpi interattivi grazie alla loro superficie traslucida; la curiosità dei bambini è stimolata anche per merito del disegno applicato all’area stessa, rapportata sempre alla natura e alla sua scoperta; un percorso sensoriale e un giardino botanico segnato da percorsi didattici che invitano a un nuovo approccio con i giochi all’aperto, tra frutteti e orti. Il corpo di fabbrica ha una struttura energeticamente passiva, sia per la luce naturale che riceve tramite lucernai e vetrate ovunque distribuiti, sia per la serra alla quale è annessa e il cui sistema permette di mantenere temperature calde all’interno dell’area durante le stagioni fredde e temperature sostanzialmente fresche nei periodi estivi. Il suo rivestimento è in lastre di vetro e lamelle apribili, lamiera in alluminio microforato e cemento a vista. Le serre rappresentano la connessione più significativa e funzionale dell’intero progetto, in quanto pensate per ridurre al minimo l’emissione di CO2 nell’atmosfera. I giardini e le coperture uniscono l’asilo allo spazio per il Centro Civico, nuovo punto di riferimento di questo quartiere romano e accessibile da ogni suo lato. È dotato di una biblioteca, arredi ricerca e sale conferenze, aree polifunzionali, info point e uffici, la copertura che unisce l’Asilo e il Centro Civico funge anche dal tetto giardino e rappresenta appieno la filosofia che ha caratterizzato l’intero progetto. Il giardino riserva l’innovazione più sorprendente, con uno spazio dedicato agli odori, al fine di stimolare un senso poco avvezzo a essere usato o valorizzato, l’olfatto. Un percorso di quattro fragranze che periodicamente vengono sprigionate durante il giorno e invitano ogni utente a captare il progetto nella sua anima educativa, tesa a sensibilizzare le persone che vogliano frequentare il luogo. L’area delle fragranze è stata ideata assieme all’artista Massimo Bartolino. Uno specchio d’acqua circolare, composto da due cerchi distinti da acqua in movimento e acqua ferma, disegna infine l’ingresso passante fra i due corpi di fabbrica.

Testo di Pietro Fratta

Intervento
Progetto vincitore 1° premio concorso Meno e Più 4, realizzazione di un asilo e centro civico
Luogo
Roma (RM)
Progettisti
Massimo Alvisi, Arabella Rocca Alvisi Kirimoto + Partners
Collaboratori
Junko Kirimoto, Enrico Pisani, Leonardo Lorusso, Sara Piccialli, Mercedes Munoz Arrocha, Giovanni Romagnoli
Strutture e Impianti
Arup Italia Srl Artista Massimo Bartolino
Sostenibilità
Nicolalessandro e Ugo Vittorio Rocca
Bioclimatica
Claudio Ronconi
Logopedista
Olivia Bartalucci
Agronomo
Luca Crotti
Archeologa
Maria Teresa D’Alessio
Committente
Comune di Roma
Anno di redazione
2006
Anno di realizzazione
2011
Costo
8.000.000,00 euro; per l’opera d’arte 161.225,00 euro
Dati dimensionali
Centro civico mq 5.000; asilo nido mq 3.500; parco pubblico mq 118.000; parcheggi mq 7.600
Caratteristiche tecniche particolari
Edifici bioclimatici, presenza di due serre che garantiscono la passività energetica per l’asilo e un abbattimento notevole per il centro civico